I presunti diari di Mussolini

//I presunti diari di Mussolini

Nel 2004 un gruppo di lavoro, coordinato dal Dott. Roberto Travaglini, svolge un’analisi grafologica su cinque diari, presumibilmente scritti dal duce e risalenti al 1937. L’analisi viene condotta prima a livello chimico su carta e inchiostro, poi a livello grafologico.
Parallelamente, uno dei massimi esperti di storia fascista, il Prof. Emilio Gentile, svolge un’analisi sui contenuti storici dei documenti.
Il gruppo di lavoro coordinato dal Dott. Travagnini verifica 3 ipotesi: 1) omologia stilistica di tutte le scritture presenti nei diari; 2) livello di spontaneità delle scritture; 3) livello di compatibilità stilistica delle scritture con le autografe di Mussolini.
La commissione risponde affermativamente alle prime due.
Quanto alla terza e decisiva ipotesi, la commissione conclude che, “da un punto di vista grafico-peritale, la presenza di elementi oggettivi di analogia stilistica non” consente di “superare una probabilità d’identità di mano superiore al 40-45%” (ma la percentuale cresce fino al 70-75% in un’ottica interpretativa di natura psico-grafologica).
Per un approfondimento di tipo storiografico v.
http://espresso.repubblica.it/dettaglio/La-vera-storia-dei-falsi-diari/1510647&ref=hpstr1

Per leggere la perizia grafologica del Dott. Travaglini v.
http://www.crimine.it/images/articoli/allegati/periziatravaglini.pdf